CERCA
La classe
Hermann Ungar
LA CLASSE

 
Formato: 14x21 cm
Rilegatura: brossura
Pagine: 189
Euro: 16,00
Traduttore: Franco Stelzer
ISBN: 978-88-97634-04-1
 


“Se tutto fosse deciso fin da subito” – riflette Josef Blau, il protagonista de La classe, pubblicato per la prima volta nel 1927 –, se esistesse un destino predeterminato, “ non si potrebbe fare o dire altro da ciò che era già stato fissato, e lo si farebbe a cuor leggero”. Purtroppo, però, esistono sempre molte parole e molti gesti tra cui scegliere, ed essi possono suscitare l’ira del Creatore e, soprattutto, possono finire col segnare il destino di chi ci stà accanto. Per questo motivo, Josef Blau, un grigio e modesto insegnante di un liceo bene della città, opta, o crede di optare, per la non-scelta, per il silenzio e l’immobilità, convinto com’è che nulla che sia in grado di agire possa sfuggire alla colpa. “Innocente è solo ciò che è privo di respiro”, è detto in un passo del romanzo. Ma propria questa scelta, che conduce addirittura Josef Blau ad una forzata freddezza nei confronti di Selma, la bella moglie in procinto di dargli un figlio, finisce con l’innescare paradossalmente una serie di tragici avvenimenti, che si dipanano in una torbida atmosfera di candore e masochismo, di gelo e orrore, e che hanno termine solo con il suo estremo ravvedimento.

 






"Ungar, un autore che si accosta a Kafka per i percorsi della sua narrativa che ha conosciuto un notevole apprezzamento". Marino Freschi "Per leggere Ungar bisogna aver prima abbandonato i nostri pensieri tranquilizzanti sulla vita, l'amore, la morte; bisogna accettare di affrontare le vette del pensiero come di piombare nei bassifondi dell'animo umano. Coloro che si imbarcheranno per l'avventura ungariana, ritorneranno ricchi di una esperienza inenarrabile". Roland Jaccard

RASSEGNA STAMPA


L' AUTORE
collane
le novità
i saggi
i narratori
le arti
international
Guerra
litodelta