CERCA
1916 Un giorno sull'altopiano
Franco Salin e
1916 UN GIORNO SULL'ALTOPIANO
LA MIA AVVENTURA AL FRONTE ITALIANO NELL’ ANNO 1916 HERMANN PUTZ 59° REGGIMENTO FANTERIA “RAINER”
 
Formato: 16,5x23,5 cm
Rilegatura: Brossura filo refe
Pagine: 134
Euro: 15,00
ISBN: 978-88-97634-22-5
 


Hermann Putz è un semplice soldato dell’imperiale e regio reggimento salisburghese di fanteria n° 59 “arciduca Ranieri”, che rientra dal fronte del conflitto austro-russo all’inizio del 1916 per schierarsi sul fronte sud-occidentale, quello della guerra con l’Italia. La sua storia è quella di altre migliaia di anonimi fantaccini che l’impero dell’aquila bicipite lancia contro il regno dei Savoia nel maggio 1916: è la “meritata punizione” che il regno dei Savoia s’è cercato rinnegando la trentennale alleanza con gli imperi centrali. Dell’“Offensiva di Maggio” il reggimento dei Rainer è una delle punte di lancia, e le memorie di Putz dipingono con tratto leggero la preparazione nelle retrovie dell’altopiano di Folgaria, le ricognizioni nei boschi, l’ansia dell’attesa, i bombardamenti, l’assalto, la lotta, il ferimento. Un diario che, partendo da lontano, in un crescendo rossiniano porta il lettore dalla Galizia alla giornata d’esordio della tempesta d’acciaio che si scatena tra Adige e Brenta. E la battaglia, per il soldato-diarista, si apre e si chiude in una sola giornata: “Un giorno sull’Altopiano”, modesto ma lucido controcanto al ben più noto “Un anno sull’Altopiano” dell’ufficiale italiano Emilio Lussu in quei giorni dall’altra parte del reticolato.



L' AUTORE
collane
le novità
i saggi
i narratori
le arti
international
Guerra
litodelta